martedì, Ottobre 20, 2020

Con Chiara Bencivenga e Agostino Biondo
Regia: Chiara Bencivenga
Aiuto regia: Flavia Federico
Foto di scena: Claudio Chiodi

13 e 14 novembre ore 21;
15 novembre ore 18.

Un gioco della sorte inspiegabile e impossibile che percorre l’intera esistenza di un uomo e di una donna, destinati a incrociare il loro cammino sempre come fosse la prima volta. E ogni incontro segnerà irrimediabilmente il loro futuro. Una storia apparentemente priva di logica, dove il Tempo diventa un concetto fin troppo relativo, ma perfettamente coerente: scorre irregolare, va avanti, torna indietro e di nuovo avanti, in un vortice in cui tutto gradualmente prende forma, rivelando la natura più profonda e inconfessabile dei personaggi.

NOTE DI REGIA
Ogni evento ci trasforma. Ogni esperienza contribuisce a formare la nostra personalità. La vita è un flusso perpetuo, un continuo mutare che provoca incessantemente cambiamenti profondi nella nostra anima. Non siamo mai uguali a noi stessi, eppure non cambiamo mai veramente. La purezza si macchia col dolore, con il rimpianto, ma la nostra essenza rimane immutata. Magari si nasconde dietro una corazza sempre più spessa, ma si manifesta in un sorriso inaspettato, in una luce vivida negli occhi, nell’ostinazione con cui la speranza scava la sua strada nelle avversità.
La speranza, la forza di rialzarsi, la ricerca instancabile del proprio posto nel mondo, della tanto illusoria felicità: Rachel e Daniel sono tutto questo. Caratteri agli antipodi che, senza saperlo, diventeranno indispensabili l’uno per l’altra, nel loro tortuoso percorso.
In questa commedia dal retrogusto amaro, attraverso un lungo e profondo lavoro di ricerca, che si concentra sull’uso della voce e del corpo, gli interpreti scavano nell’interiorità dei personaggi dal vissuto complesso e spesso doloroso, portando in superficie le varie sfaccettature della loro personalità, attraversando le fasi più importanti della loro esistenza.

Prezzo biglietto: 10 euro

Per ulteriori informazioni potete andare al evento su facebook.

Tags:
Romano

0 Comments

Leave a Comment